Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Migranti di serie A.

La notizia che ha fatto rabbrividire gli animi in queste ultime settimane è stata quella della decisione della Francia di schierare il proprio esercito sul confine italiano per evitare che i migranti potessero entrarvi. Una scelta di un’inumanità imbarazzante, che contraddice tutti i principi cardine su cui si basa (o almeno dovrebbe basarsi) la comunità di cui facciamo parte, l’Unione Europea. Il Paese che in gennaio faceva fronte comune contro le violazioni delle libertà ne ha appena negata una, altrettanto importante che quella d’espressione: quella di circolazione.

Quegli islamici che non ti aspetti (a causa dei pregiudizi)

Se chiedessi in giro "cosa pensi dei musulmani?" potrei ottenere varie sfumature di risposte, fatte però di pochi colori. Colori anche contrastanti ma soprattutto colori (o)scuri e opachi. Si sa cosa pensa l'italiano medio, di questi tempi, degli islamici. Lo stereotipo dell'Isis o dello straniero invasore "che toglie lavoro ai nostri figli" ormai è parte del racconto 'nazional-popolare'.

Dal Marocco al Gay pride: i diritti Glbt, deprivazione o depravazione?

“Se dovessi rifarlo non lo rifarei” queste le parole del direttore del magazine marocchino 'Maroc Hebdo' che dopo le polemiche suscitate dalla pubblicazione di un dossier annunciato in copertina dal titolo 'Si devono bruciare gli omosessuali?', fa mea culpa e ritira il numero dalle edicole. 
"Tenuto conto delle reazioni particolarmente vive sui social network - si legge in una nota del settimanale di Casablanca - Maroc Hebdo ha deciso di ritirare dalla vendita il numero N°1122 (dal 12 al 18 giugno) e dai siti web". In questi giorni in Marocco è in corso una querelle relativa alla depenalizzazione dell'omosessualità.

Calcio femminile: la partita piú difficile è quella contro i pregiudizi

"E poi aggiungi i vari punti uno vicino all’altro piano piano seguendo il disegno, hai capito?" L’espressione di mia nonna era così carica di aspettativa mentre tentava di spiegarmi l’arte del ricamo, mostrando fiera il telaio, che allora mi mancó il coraggio di essere sincera e annuii convinta, nonostante non avessi capito affatto. Da allora sono passati molti anni e per fortuna sono certa che mia nonna oggi, potrebbe essere fiera di me anche se le lenzuola le compro già ricamate, perché i tempi sono cambiati e con loro anche il ruolo della donna , le sue capacità e aspirazioni. 
Ci sono però degli avamposti ancora da conquistare per le ragazze, traguardi che fanno capo ad un unica vittoria fondamentale: quella di poter scegliere sempre e comunque il proprio percorso di vita in totale libertà. Esiste effettivamente nel terzo millennio la parità di genere? Se sì come si declina concretamente? Ad esempio...cosa succederebbe oggi se una ragazza dalle tribune di uno stad…

Ttip: in Germania protestano, in Italia disinteresse (quasi) totale

Monaco di Baviera è stata invasa da un corteo di protesta: migliaia di cittadini hanno deciso di sfilare per farsi sentire in occasione del G7 ospitato nel castello di Elmau in Baviera (le foto nell'articolo sono della manifestazione in esclusiva per Nuova Repubblica). Molti si sono lamentati della incredibile spesa di 130 milioni per questo evento con i leader politici dei più importanti Stati del mondo. Un'altra lamentela consiste nell'assenza alla riunione finesettimanale della Russia (una volta era g8), Paese con cui la Germania ha sempre tenuto rapporti più morbidi rispetto al resto dell'Occidente.

La manifestazione bavarese ha attirato ambientalisti e oppositori del Ttip (Trattato transatlantico su commercio e investimenti), il discusso trattato tra Stati Uniti (presenti al g7) e Europa.